Dovecote Studio

ITA | ENG

photo c. philipvile

Il campus creativo di Snape Maltings è stato fondato da Benjamin Britten all’interno di un complesso industriale abbandonato lungo la costa del Suffolk.

© Haworth Tompkins

Il Dovecote Studio, una parte dell’estensione del campus commissionata da Aldeburgh Music ad Haworth Tompkins, si trova all’interno della rovina di una colombaia affacciata sulla palude.

© Haworth Tompkins

La nuova forma esprime il volume interno della struttura vittoriana sotto forma di rivestimento in acciaio cor-ten: un unico guscio saldato, prefabbricato e posato in opera con una gru.

photo c. philipvile

Un’ampio lucernario orientato verso nord fornisce agli artisti luce diffusa, mentre un piccolo soppalco dotato di scrivania si incastra a una finestra angolare completamente apribile, che offre una serie di spaziose viste sulla palude, in direzione del mare.

photo c. philipvile

Questo semplice volume sarà utilizzato dagli artisti ospiti del campus, dai musicisti come sala prove o spazio per performance, dallo staff come sala riunioni, o come spazio per esposizioni temporanee.

photo c. philipvile

Prima dell’inserimento della nuova struttura, è stato effettuato il minor numero possibile di interventi di riparazione sulla rovina esistente. Le finestre sono state lasciate allo stato di degrado e la vegetazione in crescita sulla colombaia è stata protetta in modo da garantirne il naturale processo di invecchiamento e decomposizione.

photo c. philipvile

Le pareti interne e il soffitto dello spazio sono state rivestite in compensato d’abete, in modo da creare una “scatola” lignea all’interno del guscio in cor-ten.

Gallery

Credits

  • progetto > Haworth Tompkins
  • localizzazione > Snape Maltings, Snape, Suffolk (Gran Bretagna)
  • programma > studio
  • materiali > legno compensato, acciaio cor-ten, laterizio, vegetazione
  • superficie > 30 mq
  • costo > 155.000 £
  • cronologia > 2009
  • crediti fotografici > philipvile
Related Posts facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblr

Pagine: 1 2



Lascia un Commento